Come settare al meglio le nuove campagne Performance Max in Google Ads

Abbiamo già spiegato negli scorsi mesi come iniziare a gestire le nuove campagne automatizzate Performance Max e i loro i vantaggi per chi usa Google Ads, oggi vediamo più in dettaglio come strutturare le campagne, e alcuno consigli su come lavorare sull’account.

Quali cambiamenti porta PMax?

Ci sono differenze nella struttura della campagna:

  • I Gruppi di Annunci diventano Gruppi di asset e
    Gruppi di Schede
  • I Gruppi di prodotti diventano Gruppi di inserzioni

Perché utilizzare le campagne Performance Max?

Per i gestori di ecommerce che hanno avuto successo con Smart Shopping, PMax lo porta a un livello superiore aggiungendo ulteriori posizionamenti e funzioni, e con annunci display di retargeting.

Per la generazione di lead, Performance Max è in grado di offrire una scala e un’efficienza che potrebbe essere difficile da raggiungere con i soli Search e Display.

Allo stesso tempo, sarà importante fornire al sistema i segnali corretti per non ritrovarsi con lead di scarsa qualità.

A differenza di Smart Shopping, Performance Max può essere utilizzato per l’e-commerce e la lead generation.

Come strutturare una campagna

Qual è il modo migliore per lavorare con PMax?
A meno che non sia necessario suddividere le campagne in più parti per il targeting o l’allocazione del budget, è meglio concentrare il lavoro il più possibile, perchè questo rende disponibili al sistema più dati per raggiungere prestazioni ottimali.

Si possono segmentare per tipologia di prodotti/servizi, in modo che la creatività e il testo corrispondano ai prodotti o servizi delle landing page di destinazione.

Quali elementi sono necessari per una buona campagna PMax?

Quando si imposta una campagna Performance Max, è necessario tenere conto di alcuni criteri fondamentali:

1 UN BUON VOLUME DI DATI DI CONVERSIONE
Per utilizzare efficacemente una campagna è necessario fornire a Google un numero sufficiente di dati di conversione, questo consente all’apprendimento automatico di Google di determinare cosa funziona (e cosa no) per la tua campagna.

Per lo Smart Bidding, Google raccomanda di “misurare le prestazioni su periodi di tempo più lunghi con almeno 30 conversioni”. Anche se questo requisito non è specifico per le campagne Performance Max, più dati di conversione sono disponibili, migliori saranno i risultati della campagna.

2 TEMPO SUFFICIENTE PER VEDERE I RISULTATI
Google consiglia di eseguire una nuova campagna Performance Max per almeno sei settimane, quindi devi tenerne conto. Potrebbe sembrare un tempo lungo, ma Google Ads può impiegare fino a due settimane per raccogliere dati sufficienti ad alimentare i suoi modelli di apprendimento automatico per la campagna. Poi vi serviranno quattro settimane per eseguire gli annunci e altro tempo per esaminare i risultati.

3 EFFICACI COPY PUBBLICITARI
Le prestazioni degli annunci possono variare in modo significativo in base alla creatività inserite nella campagna Performance Max. Dovremo avere pronti immagini, loghi, video, testo e altri dettagli. Questo perché Google prenderà automaticamente questi elementi e li combinerà in diversi annunci testandoli e mostrandoli agli utenti durante la ricerca e la navigazione online.

Devi puntare a fornire contenuti di alta qualità e coinvolgenti, oltre ad avere una certa varietà, preparando una serie di immagini e grafiche diverse, facendo anche dei test, potresti scoprire che la versione rossa del logo aziendale ha un rendimento migliore rispetto alla versione verde, ma se non hai questo mix di creatività pubblicitaria in esecuzione nella campagna, non saprai cosa funziona e cosa non funziona per il pubblico.

Aggiornamento da Smart Shopping 

Se si utilizzano le campagne Smart Shopping, si consiglia di aggiornarle utilizzando la scheda Consigli presente sotto la voce Panoramica. L’uso di questo strumento sincronizza le prestazioni storiche della campagna.

È necessario controllare tutte le impostazioni: Località, Gruppi di attività, Gruppi di inserzioni.

Visto che Smart Shopping è molto più limitato in termini di annunci display, è necessario aggiungere ulteriori creatività ai Gruppi di attività, ed è una buona idea aggiungere anche i Segmenti di pubblico.

Obiettivi di conversione

Scegliete le azioni di conversione che hanno senso per la vostra attività.

  • Ecommerce e Shopping: acquisti
  • Lead Generation e Servizi: chiamate, moduli, chat

Suggerimento: per migliorare la qualità dei contatti, privilegiate le chiamate rispetto ai moduli e alle chat.

Gruppi di annunci

La messaggistica e i testi creativi devono essere strettamente legati al prodotto o al servizio del gruppo.
Per quanto riguarda l’e-commerce, vale la pena di testare Google Shopping, soprattutto se storicamente hai avuto successo con Smart Shopping, lanciando una campagna PMax senza alcuna risorsa a parte il feed di dati.

Data feed

Per il commercio elettronico, una parte importante del lavoro è costituito dalle informazioni sui prodotti.
Il feed di dati inviato a Google Merchant Center può avere un impatto importante sulle prestazioni della campagna Performance Max.

Assicurati di inviare il maggior numero di informazioni possibile:

  • Marca
  • Codice e tipo di prodotto
  • Titoli descrittivi con le keyword
  • Tassonomia e Categorizzazione di Google
  • Più immagini
  • Etichette personalizzate

Strategie di offerta

Performance Max ha due opzioni disponibili:

  • Massimizza conversioni (con obiettivo opzionale CPA)
  • Massimizzare il valore di conversione (con obiettivo opzionale ROAS)

Se il tuo account dispone già di molti dati storici, puoi passare direttamente all’obiettivo CPA/ROAS. Con un nuovo account, inizia con Massimizza conversioni in modo che il sistema possa raccogliere i dati. In seguito, una volta ottenute conversioni costanti, passate a CPA o ROAS per raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

 

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Call Now ButtonCHIAMA ORA