Tre consigli per pianificare il tuo e-commerce nel 2020

idee-ecommerce

Lo shopping online sta generando un flusso di entrate sempre più ampio in tutto il mondo, e l’uso crescente di dispositivi mobili tenderà a farlo crescere ancora molto nei prossimi anni.
Internet rappresentava il 7,4% della spesa totale al dettaglio, circa 1,8 trilioni di dollari a livello mondiale nel 2018, la cifra è salita a 2,8 trilioni nel 2019 e cresce con tassi a due cifre ogni anno.
Si prevede che nel 2021 gli acquisti online arriveranno all’astronomica cifra di 4,8 trilioni di dollari!

In Italia nel 2019 il mercato ha fatturato oltre 41 miliardi.

Al fine di mantenere un vantaggio competitivo, molte aziende stanno iniziando a sfruttare le possibilità dello shopping online, dalla costruzione del proprio marchio alle vendite dirette, al B2B.

Un’eccellente campagna di e-commerce inizia con una solida base. Prima di iniziare a promuovere i tuoi prodotti sui social media, a incoraggiare le iscrizioni alle newsletter, o a fare una campagna pay per click su Google Ads per avere rapidamente più traffico, devi assicurarti di avere una buona conoscenza degli elementi essenziali della strategia.

In questo articolo abbiamo delineato una serie di aree su cui dovresti inizialmente concentrarti per massimizzare i tassi di conversione del tuo e-commerce.

1) Scegliere una piattaforma di e-commerce

Scegliere la giusta piattaforma di e-commerce che soddisfi le esigenze e le preferenze del tuo business online è fondamentale per il successo del tuo e-commerce.
È la base su cui costruirai la tua attività e tutte le successive campagne.

Se la tua azienda è agli inizi, o hai un budget limitato, una piattaforma di e-commerce pre-costruita potrebbe essere l’opzione più fattibile e conveniente, mentre se puoi permetterti di ingaggiare uno sviluppatore di siti web e un programmatore potranno offrirti un servizio personalizzato.
Qualunque cosa tu decida, ci sono diversi fattori che dovresti prendere in considerazione per la tua decisione:

Quanto sei disposto a pagare per una piattaforma?
È importante valutare in modo approfondito i prezzi delle piattaforme. Mentre i pacchetti più economici possono costare poche decine di euro al mese, potrebbero però non coprire le funzionalità di cui hai bisogno, come la possibilità di generare codici di sconto o vendere un gran numero di prodotti.
Fai confronti dettagliati di ogni livello di prezzo e le funzionalità che sblocca, per assicurarti di trovare l’offerta giusta.

Devi monitorare l’inventario?
Maggiore è il volume degli ordini, più difficile può essere la precisione dei numeri di inventario.
Per molte aziende, avere una piattaforma che mostra l’inventario di ciò che viene venduto non solo dal loro sito di e-commerce, ma da altri network come eBay o Amazon è di primaria importanza.
Se questo è importante per la tua azienda, assicurati che la piattaforma scelta abbia queste integrazioni di inventario.

Quante varianti hai per prodotto? ( per esempio dimensioni, colori o materiali diversi?) Anche in questo caso, alcune piattaforme di e-commerce sono in grado di adattarsi alle variazioni dei prodotti, facilitando la catalogazione.

Quali opzioni di pagamento vuoi usare?
Piattaforme diverse si integrano con diversi gateway di pagamento, quindi sia che tu voglia utilizzare PayPal o negoziare in bitcoin, assicurati che la tua piattaforma includa quelle più utilizzate dai tuoi clienti.

Quali opzioni di spedizione vuoi rendere disponibili?
Le tue spedizioni sono integrate con i principali corrieri? le tariffe di spedizione sono flessibili? La gestione della spedizione è automatizzata o manuale? Alcune piattaforme di e-commerce ti addebiteranno di più se, ad esempio, desideri offrire ai tuoi clienti la possibilità di utilizzare alcuni corrieri particolari come metodo di spedizione.

2) Ottimizza le pagine dei prodotti

L’ottimizzazione del tasso di conversione è la pratica più importante che devi implementare nelle pagine dei tuoi prodotti.
È in questo modo che trasformerai i visitatori occasionali in clienti fedeli, generando sempre più entrate e aumentando il tuo margine di profitto.

Lo scopo delle pagine dei prodotti è quello di comunicare le caratteristiche e i vantaggi unici delle tue offerte, per mostrare le loro caratteristiche uniche.
Ricorda di includere descrizioni dei prodotti perfettamente dettagliate e immagini interessanti.
Inoltre con alcune aggiunte apparentemente secondarie puoi migliorare significativamente le prestazioni della tua campagna di e-commerce e generando ancora più conversioni.
Ecco alcune modifiche rapide e semplici che puoi implementare per garantire che le pagine dei tuoi prodotti funzionino al meglio delle loro possibilità:

Includi video dei prodotti: i video catturano perfettamente la sensazione, la funzione e l’estetica del prodotto in un modo molto più dinamico e coinvolgente rispetto alle immagini statiche.
Forniscono chiarimenti e rispondono a molte incertezze che potrebbero avere i potenziali clienti.
Oltre il 55% dei negozi di e-commerce ha ottenuto aumenti del valore medio degli ordini di almeno il 50% per i clienti che guardano video sui prodotti.

Utilizza la navigazione a schede: le pagine di prodotti contenenti molto testo sono un modo sicuro per influire negativamente sul tasso di conversione, ma allo stesso tempo devi essere in grado di fornire ai potenziali clienti quante più informazioni possibili.
Utilizzando le caselle di navigazione a schede è possibile ottenere il perfetto equilibrio. Gli utenti possono fare clic su una serie di menu a discesa per scoprire ulteriori dettagli sul prodotto, informazioni sulle opzioni di pagamento e sui metodi di consegna.
Allo stesso tempo, le pagine dei tuoi prodotti rimarranno chiare e facili da navigare!

Aggiungi una sezione FAQ: l’aggiunta di una sezione sulle domande più frequenti alle pagine dei tuoi prodotti potrà anticipare qualsiasi domanda o dubbio che un potenziale cliente abbia, e che potrebbe impedire la sua decisione di acquisto.
Considera le domande più popolari che i tuoi clienti attualmente pongono e aggiungi le risposte all’elenco.

Includi le recensioni dei tuoi prodotti: secondo iPerceptions, i clienti hanno il 63% in più di probabilità di acquistare da un sito che visualizza recensioni dei clienti.
Le raccomandazioni sono una forza potente e possono rassicurare i potenziali clienti in un modo che i contenuti di brand e altre tattiche di marketing non possono fare.
Le recensioni conferiranno al tuo prodotto un senso di autenticità e dimostreranno che i tuoi utenti sono coinvolti dal tuo sito e spendono il loro tempo per lasciare feedback.

Prova a vendere in modo incrociato: puoi aggiungere una serie di prodotti consigliati a una pagina di prodotti con un prezzo simile o superiore nel tentativo di convincere il tuo cliente ad effettuare l’aggiornamento. Ricordati solo di assicurarti che i tuoi consigli soddisfino le esigenze e le preferenze originali del cliente.

3) Semplifica il processo di pagamento

È un fatto semplice: meno complicato è il processo di pagamento, meno è probabile che i tuoi clienti lo abbandonino.
Il tasso medio di abbandono del carrello degli acquisti di siti Web di e-commerce è del 65,23%, il che significa che molti negozi stanno perdendo gran parte delle entrate proprio all’ultimo step.

Perchè i clienti troppo spesso abbandonano il carrello a un passo dall’acquisto?

Tra i problemi c’è la non possibilità di effettuare il check-out come ospite, le troppe informazioni necessarie da inseire, e il processo di pagamento troppo complesso.
Quindi, per garantire il successo della tua campagna di e-commerce, in questo caso, snellire e fare meno sono le raccomandazioni.

L’azione più ovvia che puoi intraprendere per evitare l’abbandono del carrello è evitare di richiedere ai clienti di registrarsi prima di effettuare l’acquisto. Il 26% degli utenti abbandonerà la transazione se è costretto a farlo.
A tutti sarà successo di aggiornare una pagina web e di perdere il contenuto del tuo carrello della spesa online…
È esasperante ed è la causa più comune di molti abbandoni.
Una soluzione semplice è quella di utilizzare un carrello della spesa persistente, che consentirà ai clienti di uscire e tornare al tuo sito Web senza dover aggiungere nuovamente gli articoli scelti.

Richiedi il minor numero di informazioni possibile a un cliente per completare l’acquisto.
Moduli di contatto lunghi e dettagliati sono un fattore dissuasivo immediato per la maggior parte dei potenziali clienti, e mentre sarebbero l’ideale per raccogliere quante più informazioni possibili per le tue campagne di marketing, è ancora più importante ottimizzare il processo di pagamento per incoraggiare un acquisto ripetuto.

Puoi anche utilizzare la procedura di pagamento come piattaforma per il cross selling per migliorare le conversioni.
Puoi far visualizzare prodotti correlati a qualsiasi cosa sia già presente nel carrello del cliente per ispirare un acquisto aggiuntivo dell’ultimo minuto che può drasticamente aumentare il valore dell’acquisto medio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonCHIAMA ORA