Quanto costa fare pubblicità su Google Ads

Google-ads-budget

Una domanda che spesso riceviamo dai nostri clienti è: quanto costeranno gli annunci Google Ads per la mia attività?
Se vuoi iniziare a sviluppare una strategia pubblicitaria pay per click, è necessario capire quanto budget potrai impegnare in questa promettente tattica di marketing.

Non esiste una risposta standard per ogni tipo di attività, e dipende anche dalla strategia che vorrai utilizzare (qui ti diamo alcuni consigli) perchè il costo degli annunci di Google varia in base a diversi fattori.
Se vuoi capire meglio quanto potrebbe costare pubblicizzare il tuo sito tramite Google Ads, devi capire quali sono questi fattori e come incidono sui costi degli annunci.

In questo articolo tratteremo alcuni degli argomenti più importanti riguardanti il ​​costo di Google Ads, tra cui il sistema di aste, le parole chiave, come viene speso il budget a disposizione e altri fattori che possono influire sui costi.
Queste informazioni ti daranno una comprensione generale di quanto costano gli annunci Google per la tua attività, così da aiutarti a determinare se questi annunci sono adatti al tuo budget.

Come funziona il sistema di aste in Google Ads

Google Ads funziona in modo molto simile a un’asta, vediamo come si presenta il meccanismo.
Gli utenti che digitano una parola chiave o una frase nel motore di ricerca di Google, che decide quindi se la questa ricerca contiene parole chiave su cui gli inserzionisti potrebbero fare offerte con i loro annunci PPC.
Se più aziende fanno offerte per le stesse parole chiave che l’utente ha cercato, Google avvia un’asta. Questa asta determinerà la posizione dell’annuncio, altrimenti noto come ranking dell’annuncio.

Il ranking dell’annuncio si basa su due diversi fattori: l’offerta massima e il punteggio di qualità. L’offerta massima si riferisce al limite che stabilisce il massimo che si è disposti a spendere per singolo click sul proprio annuncio per una determinata parola chiave, ed è chiamato CPC max, anche se il costo effettivo dei click sarà quasi sempre inferiore.
Il punteggio di qualità dipende dalla pertinenza e dall’utilità dei contenuti dell’annuncio per l’utente finale e dipende anche dalla qualità del testo nella pagina di destinazione del tuo sito.

Google utilizzerà tutte queste informazioni per determinare il costo degli annunci Google ogni volta che un utente fa clic su uno dei tuoi annunci. Il prezzo si basa sul ranking dell’annuncio dell’inserzionista che ha un rank inferiore al tuo, diviso per il tuo punteggio di qualità più un centesimo.

È importante notare che, contrariamente a quanto si possa pensare l’attività con il budget pubblicitario maggiore non ha necessariamente la maggiore influenza.
Sebbene non sia una cattiva idea avere più denaro assegnato agli annunci Google, il sistema di aste che Google Ads utilizza per determinare quali annunci vengono visualizzati aiuta a livellare il sistema di aste.

Può capitare quindi che l’inserzionista con il miglior costo per clic (CPC) potrebbe avere anche l’offerta massima più bassa.
Ciò è dovuto al fatto che il loro punteggio di qualità era superiore agli altri che stavano offrendo per le stesse parole chiave.
Questo significa che un professionista del settore può farti risparmiare molto ottimizzando le tue campapgne.

Questo sistema di aste è una buona notizia per le piccole imprese che potrebbero non avere lo stesso budget dei loro concorrenti più grandi. Con il sistema di aste di Google, queste aziende possono ancora avere un vantaggio significativo dagli annunci PPC di Google e persino competere con le aziende più grandi che potrebbero investire con budget più elevati.

Come funziona il budget e consigli per usarlo al meglio

Un pensiero comune a molte attività che stanno pensando di investire in pubblicità online, è di pensare che gli annunci di Google costino troppo perché esauriscono il budget stanziato più rapidamente del previsto; il denaro allocato per un mese intero, viene speso invece in pochi giorni. Perché succede?

Per capirlo è importante comprendere bene le basi del budget PPC se desideri ottenere il massimo dalla tua spesa per gli annunci su Google.

Google Ads ti chiede che cifra massima sei disposto a spendere in un certo periodo di tempo, per ogni singola campagna che vorrai lanciare. Puoi assegnare un budget giornaliero a ciascuna campagna in base alle tue priorità, se hai un prodotto che ha venduto bene sul tuo sito, e ti fa guadagnare potresti dare più budget giornaliero agli annunci per questo prodotto e diminuirlo per altri meno performanti.

Nel calcolare il budget giornaliero, devi tenere conto del CPC massimo, che è l’importo massimo che ti verrà addebitato.
Tuttavia l’importo effettivo addebitato da Google per ciascun clic varia. Ciò significa che a volte finirai per pagare meno del tuo CPC massimo.

Quando consideri il tuo budget, dovrai anche pensare alla pianificazione degli annunci, cioè quando scegli i giorni in cui desideri che i tuoi annunci vengano visualizzati davanti agli utenti del motore ricerca.

Pianificare gli annunci può essere un’ottima tattica per le piccole attività che vogliono indirizzare più traffico verso il proprio sito durante determinati giorni della settimana.
Ad esempio, se un’azienda locale è aperta solo dal lunedì al venerdì, potrebbe voler pianificare i propri annunci durante la settimana lavorativa per sfruttare il traffico di annunci settimanale.

Un altro ottimo modo per allocare il tuo budget è basato sulla posizione geografica, che ti consente di spendere una parte maggiore del budget in annunci visualizzati in determinate località.
Puoi invece anche escludere determinate località.

Un altro modo per ottenere di più dal proprio budget è considerare le tipologie di dispositivi: potrai allocare più o meno risorse ai potenziali consumatori a seconda se utilizzeranno smartphone o computer desktop.
La tua strategia per il targeting per dispositivo dipende da dove proviene la maggior parte dei tuoi contatti.

Tutte queste opzioni di targeting avanzate possono influire sul costo degli annunci.
È importante tenere presente il tipo di targeting che si desidera fare e come allocare il budget in base ai propri obiettivi; è quindi importante considerare attentamente la tua strategia di budget prima di lanciare i tuoi annunci Google.
In questo articolo abbiamo raggruppato altri consigli che ti aiuteranno a pianificare meglio la tua campagna pubblicitaria evitando errori che pagheresti a caro prezzo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonCHIAMA ORA