logo logo

Ottimizzazione Adwords Professionale

Importanti cambiamenti nella gestione del Budget Adwords

On : 05 November, 2017

In : Adwords

2x

Google ha recentemente annunciato un significativo cambiamento nel modo in cui i budget giornalieri vengono gestiti dal sistema.

Fino a queste ultime modifiche, Google permetteva degli incrementi massimi di spesa fino al 20% sul budget giornaliero, che comunque non veniva mai superato a livello mensile.

Facciamo un esempio: se il tuo budget era di 50€ al giorno, al massimo ti poteva capitare di spendere 60€, ma comunque a livello mensile la soglia dei 1520€ (pari a 50€ x 30,4 ovvero la durata media del mese) non sarebbe mai stata superata.

La grossa novità è che da ora, la % di “sforamento” giornaliero consentita dal sistema passa dal 20€ al 200%!

Sì avete capito bene: 200%, ovvero 2 volte il tuo budget giornaliero!

Naturalmente rimane valido il tetto massimo di spesa mensile, pari al budget giornaliero x 30,4 giorni, però è indubbio che questo cambiamento potrà ingenerare non pochi momenti di dubbio (se non di panico!) tra gli inserzionisti.

Mettiamo il caso che si voglia fare un test della durata di 15 o 20 giorni: in questa circostanza la nuova regola potrà avere un impatto significativo sulla spesa, causando potenzialmente picchi di spesa inaspettati, soprattutto in concomitanza di eventi particolari che non è sempre possibile prevedere o di particolari stagionalità (ad esempio il periodo natalizio, il black friday, San Valentino o altro).

Cosa fare per limitare i possibili problemi

Nel caso di campagne di test, si consiglia di avere un approccio più prudente rispetto al passato: si può quindi valutare di impostare un budget giornaliero inferiore rispetto a quanto si sarebbe fatto in precedenza e di tenere maggiormente sott’occhio l’evoluzione giornaliera della spesa, intervenendo tempestivamente se necessario.

Nel caso di campagne stagionali, dove si sa già che nelle proprie campagne si verificano picchi di ricerche in corrispondenza di giorni particolari (come detto nell’esempio del Black friday o di S. Valentino), si dovrà porre maggiore attenzione e fare nel caso aggiustamenti in modo da non incorrere in non pianificati over spending!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 + sixteen =